Svalbard

Il progetto “Svalbard, la terra dove nessuno muore” nasce dallʼincontro fra il drammaturgo Giordano Vincenzo Amato (Il Mutamento Zona Castalia), i musicisti Fabrizio Modonese Palumbo e Paul Beauchamp, il videomaker e fotografo Omar Bovenzi e lʼartista e performer Gianni Colosimo.
Il collettivo dà vita a una ricerca artistica, sociale, ecologica, umana e politica dellʼarcipelago delle Svalbard (situato allʼinterno del Circolo Polare Artico) che prende forma attraverso un album musicale, un documentario, una pièce teatrale e un cortometraggio.
“Svalbard, la terra dove nessuno muore” è stato presentato nella sua interezza il 22 settembre 2018 al Museo Nazionale del Cinema di Torino come parte integrante del programma di ISAO Festival.

Video

Video

Credits:

Regia video e fotografia: Omar Bovenzi
Drammaturgia e regia teatrale: Giordano Vincenzo Amato
Concerto e colonna sonora: Blind Cave Salamander (Fabrizio Modonese Palumbo, Paul Beauchamp, Julia Kent, col contributo di Xiu Xiu e Store Norske Mandskor)
Voce e azione in scena: Eliana Cantone
In video: Gianni Colosimo
Luci: Alessia Massai
Costume: Roberta Vacchetta
Oggetti di scena: Luca Lusso
Produttore esecutivo: Il Mutamento Zona Castalia
Coproduzione: Teatro delle Commedie (Livorno), Meridiano Zero (Sassari)